Home > Archivio News > 2007 > QUANDO LA RADIO DIVENTA ANCORA PIU' PORTATILE
Home - Redazione - Ricerca - Testologia Semiotica - Case Studies - Contatti - Archivio News


QUANDO LA RADIO DIVENTA ANCORA PIU' PORTATILE
di Valentina La Selva – pubblicato il 10/12/07

Oggetto: programma radiofonico.

Ultimamente tutte le principali emittenti radiofoniche nazionali propongono sui propri siti web delle riedizioni dei loro programmi (i cosiddetti “podcast”) che possono essere liberamente ascoltati oppure scaricati dagli utenti. In questo contesto, a titolo esemplificativo, prendo in considerazione il programma “Il Ruggito del Coniglio”, trasmesso da Radio2 nella fascia oraria 8:00 – 10:00 dal lunedì al venerdì. La trasmissione, condotta da Antonello Dose e Marco Presta, ha carattere di intrattenimento e presenta principalmente quattro tipologie di spettacolo:

- Commento in chiave comica delle notizie pubblicate sui principali quotidiani nazionali del giorno;

- Lancio dei due notiziari radiofonici che interrompono la trasmissione;

- Telefonate del pubblico che rispondono a sondaggi divertenti lanciati dai conduttori;

- Sketch di tre comici che intervengono interpretando numerosi personaggi.

- Il podcast del programma è scaricabile gratuitamente dal sito internet di Radio2 a partire dalle ore 10 del giorno successivo a quello della diretta e rimane a disposizione degli utenti per i sette giorni seguenti.

Spunti di riflessione semiotico-testologici

Le modalità di fruizione del programma presenteranno delle differenze a seconda che esso venga ascoltato in diretta oppure in seguito:

1. Pubblico. Data la fascia oraria in cui il programma viene proposto in diretta, gli ascoltatori avranno caratteristiche particolari: ad esempio, svolgeranno un’attività che consenta loro di seguire del tutto o anche soltanto in parte la trasmissione. Grazie alla reperibilità illimitata del podcast su internet, invece, chiunque è potenzialmente parte del pubblico.

2. Luogo, tempo ed intenzionalità della fruizione. Si può supporre che chi segue una trasmissione radiofonica in diretta svolga contemporaneamente altre attività (un esempio banale è l’ascolto dell’autoradio mentre si raggiunge il luogo di lavoro in macchina) e abbia quindi un livello di attenzione e concentrazione piuttosto variabile di momento in momento. È possibile anche ipotizzare che non tutti gli ascoltatori abbiano scelto di sintonizzarsi sulla frequenza solo per sentire il programma, ma che esistano anche altre motivazioni (interesse nel radiogiornale o nella musica proposta dall’emittente, ad esempio) che influiranno quindi sulla partecipazione effettiva. Il podcast, invece, richiede all’ascoltatore uno sforzo ulteriore oltre a quello della semplice fruizione e può essere collocato quindi ad un livello di intenzionalità maggiore.

3. Formato. Nella versione podcast, la durata del programma passa dai 120 minuti originali a 30-35 minuti: vengono infatti tagliati break pubblicitari, notiziari e spazi musicali, che nella diretta occupano la maggior parte della trasmissione. 4. Contenuti del programma. Anche scaricando il podcast non appena questo è reso disponibile (24 ore dopo la fine della diretta), l’atteggiamento nei confronti del programma cambia. Come ho già indicato all’inizio, la gran parte della trasmissione si basa sul commento delle notizie del giorno, commento rafforzato anche dalla ripetizione (in chiave seria) delle notizie da parte del radiogiornale. Ascoltando il podcast, oltre all’assenza del radiogiornale, si affronta la spiegazione di notizie ormai “vecchie”, già ascoltate il giorno precedente in contesti diversi, che possono quindi non avere (oppure possono avere una differente) carica emotiva per l’ascoltatore.

Alcune questioni da approfondire:

La situazione comunicativa: quanto sono importanti tempo e luogo nella ricezione di un comunicato?

News
“Come suonano i sogni"
di Elisabet Fasano
Lavazza Design Paradiso
di Elisabet Fasano
Barilla: 132 Anni in 132 secondi
di Francesco Barbabella
Milano: “La città che sale”.
di Elisabet Fasano
Alfa - BET: MiTO
di Elisabet Fasano